Small Ladies Ray Ban Aviators

Small Ladies Ray Ban Aviators

About this Item: Duke University Press, United States, 2000. Paperback. Condition: New. New. Language: English . Brand New Book. Caratterista italoamericano specializzato nei ruoli da “bravo” del gangster o in quello di pater familias tutto casa e chiesa. Una vita meno sfrenata di quella dei personaggi che ha interpretato, dato che è sposato dal 1955 con la produttrice Sandy Cohen dalla quale ha avuto ben quattro figli: lo stuntman Danny Aiello III, l’attore Rick Aiello e poi Jamie e Stacy Aiello (le uniche che non hanno seguito la carriera del padre).Da sempre alterna il teatro off Broadway al cinema, nel quale però esordisce a quarantanni, nel 1973, facendo la comparsa in The Godmothers di William Grefe, passando poi davanti alla cinepresa di Francis Ford Coppola ne Il Padrino Parte Seconda. Stato dopo la pellicola Il prestanome di Martin Ritt, in cui recitava con Woody Allen, che Danny Aiello è entrato a far parte degli attori feticcio del regista newyorkese (vedi Dianne Wiest), apparendo prima in Io Annie, seguito poi da Broadway Danny Rose, La rosa purpurea del Cairo e Radio Days.Ma negli anni Ottanta, oltre a Woody Allen, ci sono anche: il film diretto dall’attore James Caan, il bad man di Hollywood, intitolato Li troverò a ogni costo, il capolavoro cinematografico di Sergio Leone C’era una volta in America e il ruolo del fidanzato tradito di Cher in Stregata dalla luna di Norman Jewison.

Ritroviamo Alex il leone, Marty la zebra, Gloria l’ippopotamo e Melman la giraffa alla deriva nelle remote spiagge del Madagascar, pronti ad imbarcarsi sull’aereo riparato dalla squadra di terribili pinguini per tornare a Central Park. Un atterraggio di fortuna, però, ben prima di arrivare nei cieli americani, li catapulta nel bel mezzo di una pianura africana, ai piedi del Kilimangiaro. Tutto appare come la realizzazione di un sogno: Alex ritrova la famiglia, Marty il branco che ha sempre desiderato, Gloria le attenzioni del prestante Moto Moto e Melman l’opportunità di mostrare un po’ di eroismo.

Gioia è una ragazza rom. Vive con la sua famiglia a Torino. Il padre, Armando, è angosciato dall’avere una figlia diciottenne ancora zitella che si comporta come una gagè, ossia una non rom. Ferrari si mette gli occhiali, e non certo quelli di un marchio a caso. Lo storico marchio Ray Ban, che coi piloti ha già avuto a che fare, a partire dai mitici modelli Aviator o Outdoorsman, resta un amante dell’alta velocità, questa volta a quattro ruote. Il 7 luglio, Luxottica ha annunciato che Ray Ban, uno dei più famosi marchi di occhiali al mondo, sarà sponsor della Scuderia Ferrari.


Leave a Reply

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie