Ray Ban Wayfarer Ii – Blue Mirrored

Ray Ban Wayfarer Ii – Blue Mirrored

Cerca un cinemaIrlanda del Nord, 1981. Il Primo Ministro Margaret Thatcher ha abolito lo statuto speciale di prigioniero politico e considera ogni carcerato paramilitare della resistenza irlandese alla stregua di un criminale comune. I detenuti appartenenti all’IRA danno perciò il via, nella prigione di Maze, allo sciopero “della coperta” e a quello dell’igiene, cui segue una dura repressione da parte delle forze dell’ordine.

MILANO Era il 1937 quando gli occhiali con lenti verdi in grado di eliminare i riflessi senza oscurare la vista, creati per i piloti della Us Force furono messi in vendita anche per il pubblico. E il 1937 la data di nascita di uno degli occhiali più famosi della storia: i Ray Ban Aviator. Da allora, in questi 75 anni, di strada ne è stata fatta, a cominciare dall’acquisizione del brand da parte del Gruppo Luxottica.

Dopo aver frequentato la Ben Franklin Elementary School e la Rose Hill Junior High, si iscrive alla Lake Washington High School, vicino alla città di Kirkland, dove spiccato come ottimo cestista in una squadra di basket. Peccato che poi il solito incidente sul campo da gioco non gli abbia permesso di proseguire la sua carriera sportiva. Diventato un artista grafico per un’azienda di Seattle, sogna di diventare attore e per meglio seguire questo suo desiderio si trasferisce e Los Angeles, facendo del suo migliore amico, Richard Lewis, il suo agente.

Che li farà spopolare come curatori di alcuni spettacoli teatrali, ma soprattutto di videoclip musicali, tra cui quelli di: Er Piotta, Alex Britti, Flaminio Maphia, Dj Enzo, Assalti Frontali, Tiromancino e Riccardo Senigallia, Cor Veleno e di moltissime altri interpreti come Mariella Nava, Mietta, Ragazzi Italiani, Bagatto, Sergio Cammariere, Joe Cassano e David.I primi lavori con il fratello AntonioMontatori di video servizi per la televisione, in particolar modo per il programma Studio 18, condotto da Serena Dandini, per il web dirigeranno SCUM The Web Series, una serie di mini episodi scaricabili da internet.Per quel che riguarda la sua carriera cinematografica, dopo essere stato assistente di Pasquale Squitieri ne Il colore dell’odio (1989), lavora in Francia come aiuto regista in una sorta di Tenente Colombo d’oltralpe dal titolo Le Chinois (1989). Scelto poi da Vittorio Sindoni, sempre come aiuto regista, nei film tv Come una mamma (1990), La scalata (1990) e Positano (1996), passerà (con il fratello) alla regia dell’episodio Consegna a domicilio del film fantastico horror De Generazione (1994) che comprende al suo interno anche le regie di Alex Infascelli, Giorgio Bellocchio e Asia Argento.Dopo essere stato assistente regista anche di Marco Bellocchio per Il principe di Homburg(1997), firmerà a nome Manetti Bros. Il lungometraggio Torino Boys (1997), storia di un gruppo di tifosi nigeriani del Torino che viaggiano a Roma per assistere a una partita di Coppa Uefa.


Leave a Reply

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie