Ray Ban Super Light Sunglasses

Ray Ban Super Light Sunglasses

Joseph Fiennes è nato il 27 maggio del 1970 nel Salisbury, ma è cresciuto a West Cork in Irlanda, ultimo dei sei figli del fotografo Mark Fiennes e della scrittrice pittrice Jennifer Lash. Tranne suo fratello gemello, tutti i suoi fratelli e sorelle lavorano in campo artistico: Ralph è un idolo dei palcoscenici londinesi e una star hollywoodiana ormai consacrata, la sorella Sophia è un’attrice e una produttrice, Martha è una regista di video musicali e pubblicitari, mentre Magnus è un compositore.Dopo aver abbandonato gli studi presso la scuola d’arte, si iscrive alla Guildhall School of Music and Drama e poco dopo inizia a collaborare con la Young Vic Youth Theatre, scuola in cui lavora fianco a fianco con Helen Mirren, vincitrice del premio Oscar per The Queen. Ma è soprattutto grazie ad alcune intense interpretazioni rese con la Royal Shakespeare Company che Fiennes attira su di sé l’attenzione di alcuni dei più importanti registi cinematografici.

Per me, “Ray” non poteva essere girato meglio: Hackford riesce a portarci nel cuore dell anni 50/60, con il jazz che impazzava nelle radio e i neri discriminati dalla segregazione razziale che trovavano il loro riscatto con la loro immensa capacit musicale; il meglio fatto nella ricostruzione dell ma soprattuto uomo Ray Charles, traumatizzato dalla perdita del fratellino di cui si sente colpevole e dipendente dall i cui problemi non basteranno nella sua inarrestabile avanzata nella celebrit e ricchezza, grazie al suo talento al piano e alla voce. Se per il film possiede tutta questa forza immaginifica e intensa, si deve la maggior parte alla grandissima recitazione di Jamie Foxx, capace di strappare la statuetta all bravo Di Caprio di “The Aviator”; Foxx d si impegnato a fondo in questa parte, prendendo veramente l dello spirito di Ray Charles, il quale era gi avvantaggiato nell le fattezze simili. Insomma, il Ray fatto da Foxx un Ray vivente ed emozionante, capace di farci sorridere con i suoi scatti improvvisi di creativit nelle canzoni “I got woman” e “What i say” e farci penare per lui quando lo si vede combattere contro la droga e i managers privi di scrupoli che lo vogliono fregare solo perch un non vedente.

F. Hepworth, based on original drawings by J. D. Ma poi conosce la giovane e graziosa commessa della quale si innamora, senza sapere che la ragazza sta per sposare il suo amico Paul. Un altro personaggio è il musicista genio (Levant), che suona tutti gli strumenti dell’orchestra. Alla fine tutto va a posto.


Leave a Reply

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie