Ray Ban Store In Ahmedabad

Ray Ban Store In Ahmedabad

La trama si basa su uno scambio di persona e ricorda una novella di Gogol, “L’Ispettore generale”. Sempre del 1999 è Il pesce innamorato di Leonardo Pieraccioni, in cui il regista stesso indossa i panni di Arturo, un falegname con una nascosta vena di scrittore, che diventerà di grande successo dopo l’inaspettata pubblicazione di uno dei suoi racconti. Nel 2003 l’attrice fa parte del cast di Dillo con parole mie, diretto da Daniele Luchetti; Isabella è l’amica di Stefania, la protagonista, che in questa commedia romantica non sospetta cosa ha in serbo per lei l’estate, dopo che è stata lasciata dal fidanzato.

Nelle mappe della criminalità diffusa aumentano solo i furti in casa, senza violenza sulle persone (altrimenti diventano rapine), con una crescita continua fino al 2014 e un lieve calo successivo. Non sembra trattarsi di un effetto della crisi e nemmeno degli sbarchi di profughi al sud: i ladri colpiscono soprattutto nelle regioni del nord dove c’è meno disoccupazione, molte seconde case sfitte e abitazioni di famiglia che si svuotano perché tutti vanno a lavorare. Un altro problema che non ha soluzioni semplici è la crescita allarmante delle percentuali di femminicidi e delitti tra familiari e conoscenti.

Purtroppo però stavolta la mera somma delle parti dà un risultato al di sotto delle aspettative. Vi dichiaro marito e marito è una commedia abbastanza divertente, ma troppo prevedibile e scontata per emergere dalla pletora di “buddy movie” che abbiamo visto in questi ultimi anni. Alla scarsa vena degli interpreti, entrambi al di sotto dei rispettivi standard (anche se in un paio di occasioni l’alchimia tra i due è notevole), si aggiunge il modesto talento di Dugan nel mettere in scena gag vecchie di decenni (e anche vagamente omofobiche, a dirla tutta) e la sua assoluta incapacità di inserire il benché minimo elemento originale in uno script che sembra essere stato scritto in cinque minuti..

Se De Mita, 90 anni, volesse guardare il video in cui Mario Oliviero, quello della valigetta, lo tira in ballo come mentore politico e immaginiamo Ciriaco voglia guardarlo il prima possibile, senza attendere altri siti diversi da Fanpage o le edizioni dei tg non potrebbe far altro che accendere un pc o uno smartphone. A memoria non esiste un altro episodio mediatico degli anni di internet tanto politicamente dirompente, tale cioè da costringere i molti De Mita in giro, ma pure i milioni di altri anta, a prenderne coscienza solo e soltanto da dispositivi digitali. Ci sono, ovvio in 10 anni state tante inchieste su web di spessore, viste e condivise.


Leave a Reply

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie