Ray Ban Prescription Glasses Retailer

Ray Ban Prescription Glasses Retailer

Hard Cover. Condition: Fine. No Jacket. Leonard (Guy Pearce) dopo un grave trauma cranico ha perso la memoria a breve termine ed è costretto a tatuarsi sul corpo gli eventi appena accaduti; al che si aggiunge la ricerca del presunto assassino della moglie. Il montaggio procede dunque su due binari paralleli e i flashback che portano a ritroso fino all’omicidio danno uno straordinario coinvolgimento col protagonista. Tratto da un racconto del fratello Jonathan (“Memento mori”) il film è un successo planetario, con tanto di candidatura agli Oscar per la migliore sceneggiatura.Vista l’originalità di Memento, la Warner Bros si interessa al giovane Nolan e gli affida la regia di Insomnia (2002), remake di un film norvegese del ’97, con cast spettacolare: Al Pacino, Robin Williams e Hilary Swank.

Faith è basata su un riff di chitarra acustica, ispirato alla star del rock’n’roll Bo Diddley, e dall’atmosfera anni Cinquanta. E così è anni Cinquanta (o almeno, l’idea che negli anni Ottanta si aveva dei Fifties) il video: chitarra, giubbotto da biker, stivali, occhiali Ray Ban e juke box. E un’immagine da macho/rockstar che poi Michael finirà per odiare, bruciando il giubbotto nel video di Freedom! dal suo disco seguente, Listen Without Prejudice, Vol.1, dove deciderà di non apparire né sulla copertina né nei videoclip..

Così Yamamoto che aveva esordito nell’anteguerra portando sullo schermo Sinfonia pastorale di Gide prima dei francesi, e che nell’immediato dopoguerra aveva diretto con Fumio Kamei Guerra e pace sui disagi della popolazione appena uscita dal conflitto fu costretto a ricorrere ad altri elementi: per esempio alla metafora umoristica (come in Gran baccano per un tifone, 1956) oppure all’intimismo drammatico (come in un suo film in “Daieiscope” del 1964, Il magnate, dove il profilo del personaggio è tracciato esclusivamente attraverso il cinismo nei suoi rapporti familiari). Ma non è regista da circonlocuzioni, e i suoi risultati migliori li aveva ottenuti aggredendo direttamente e senza eufemismi una materia scottante. La strada senza sole proiettato in Francia nel 1961 col titolo Quartiere senza sole è stato definito uno dei migliori film sociali del dopoguerra.

Nel corso di un ai microfoni del portale Polygon, il producer Yoshiaki Hirabayashi ha infatti confemato che tutte le modalit extra di Resident Evil 2 saranno proposte anche nel remake, compreso l mutante che incontrammo nelle fogne di Raccoon City nel lontano 1998. Queste le parole del buon Hirabayashi: l e volevo averlo nel remake. Credo sia un pezzo di storia di Resident Evil 2 e le persone hanno un sacco di bei ricordi con lui.


Leave a Reply

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie