Ray Ban Lens Color Codes

Ray Ban Lens Color Codes

A suo agio anche nel mostrare le sue nudità, viene paradossalmente scelta per un ruolo legato al mondo infantile nel film La mia vita picchiatella (1988) con Kris Kristofferson, in virtù del quale prima si legherà all’attore protagonista Paul Reubens per un anno (prima che la sua carriera fosse stroncata da un arresto per atti osceni in luogo pubblico) e poi con un attore di secondo piano dello stesso film, Benicio Del Toro, con il quale rimarrà legata fino al 1992.Doveva essere Pretty WomanGrande amica di Isabella Ferrari, Sean Penn, Ennio Fantastichini, Asia Argento, Patricia Arquette (che la sceglierà come sua testimone al matrimonio con Thomas Jane), Salma Hayek, Mike Figgis, Vincent D’Onofrio e il regista Ferzan Ozpetek, recita con Nastassja Kinski in Acque di primavera (1989), ma disgraziatamente viene scartata per il ruolo di Vivian in Pretty Woman (1990) che come sappiamo andrà nelle mani di Julia Roberts portandola al successo.Il successo di Hot ShotsAncora con la Sandrelli in Tracce di vita amorosa (1990), si lega sentimentalmente anche al regista del film: Peter Del Monte. Nel 1991, sbaraglia una Sharon Stone in L’anno del terrore, poi è scelta dall’amico Penn per recitare con Dennis Hopper in Lupo solitario. L’anno seguente, è tutta per Gabriele Salvatores che la dirige in Puerto Escondido, per il grande Robert Altman che la inserisce in I protagonisti (1992) con Tim Robbins, Sydney Pollack, Julia Roberts e Rod Steiger e per i due film della serie demenziale Hot Shots! di Jim Abrahams che le daranno un’estrema popolarità fra i giovani, per quanto idioti siano!Altri filmFidanzata con Fabrizio Bentivoglio per una decina d’anni, recita per Robert Rodriguez, Allison Anders, Quentin Tarantino e Alexandre Rockwell nel film corale Four Rooms (1995) che annovera nel cast anche Bruce Willis e Antonio Banderas, poi è diretta da Mike Figgis nel meraviglioso Via da Las Vegas (1995) anche se si tratta di una minuscola parte e da Gillo Pontecorvo nel cortometraggio Danza della fata confetto (1996).

Un’electro dance complessa, fatta di melodie e ritmi in cui il virtuosismo e l’armonia si mescolano. Per Emre, Mikey e Olly è tutto nuovo; il set fotografico; i vestiti degli stilisti; l’attenzione e la curiosità che stanno scatenando. Ciò che conta, per loro, è suonare e questi mesi sono fitti di serate.

I protagonisti sono 2: il grande e sottovalutato Luciano Salce ( sempre distrutto dalla critica) e l Paolo Villaggio. Trasformare sullo schermo un best seller sempre un impresa, ma questa volta ben riuscita. Il film ovviamente grottesco non comico, e come poche pellicole riesce a esprimere la situazione dell medio (in questo caso italiano,senza mai essere banale.


Leave a Reply

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie