Ray Ban Junior Erika

Ray Ban Junior Erika

Di passato in passato, la storia è quella di un suo avo che, mentre insegna al nipote l’arte di costruire canoe, gli tramanda le vicende della loro famiglia. Amori, passioni, gelosie, guerre, religioni e stregonerie. Continua. Nel 1995 barrica in una camera d’albergo i due figlioletti capricciosi in Four Rooms, aspira a diventare un killer professionista come Sylvester Stallone in Assassins e scivola tra le bollenti lenzuola della psicologa Rebecca De Mornay la quale, sa bene che non deve dormire Mai con uno sconosciuto. E ancora, gallerista in crisi d’identità, Antonio si divide tra le coccole di Melanie Griffith e gli sguardi languidi di Daryl Hannah nel romance Two much uno di troppo. Successivamente è un agente segreto e papà di due monelli in gamba nell’epopea action di Spy Kids.

Quella sua bellezza algida ed eterea, unita all’incredibile classe e carisma, ha reso Cate Blanchett una delle dive più sofisticate del panorama cinematografico.Sembra che la parentela con il celebre pilota Louis Bleriot le abbia portato fortuna nella sua formidabile performance di Katharine Hepburn nel kolossal scorsesiano The Aviator, prova che le è valsa il premio Oscar come Migliore Attrice non Protagonista.Di discendenze francesi, la star è figlia di un’insegnante australiana June e di un ex soldato della Marina Militare degli Stati Uniti: il texano Robert Blanchett.Cate ha anche due fratelli: Bob, informatico, e Genevieve, scenografa teatrale.”Egittowood”, la svoltaLa morte del padre, causata da un attacco di cuore quando la piccola aveva solo 10 anni, rappresenta un punto di svolta per la bambina che decide di riversare il suo dolore nella danza e nel pianoforte.Durante l’adolescenza, inizia a recitare nel teatro del collegio femminile metodista che frequenta.Ottenuta la maggiore età, la ragazza dà una svolta alla sua vita partendo alla volta dell’Europa. Costretta a lasciare l’Inghilterra per un visto scaduto, si ritrova in Egitto: nell’albergo dove alloggia stanno girando un film sul pugilato e la giovane viene utilizzata come comparsa.Questa esperienza si rivela assai illuminante, tanto da farla follemente appassionare alla settima arte.Nel 1998 impressiona le platee di mezzo mondo grazie alla sconvolgente nonché sublime interpretazione della Regina Vergine Elizabeth, aggiudicandosi un Golden Globe e una nomination agli Academy Awards.Dodici mesi dopo Anthony Minghella la ingaggia ne Il talento di Mr. Ripley e nel 2000 indossa i panni della dolce sensitiva in The Gift di Sam Raimi.In seguito la Blanchett è contesa da due attraenti rapinatori in Bandits, risplende nelle elfiche vesti di Galadriel nella trilogia de Il Signore degli Anelli e perde la testa per Giovanni Ribisi in Heaven.Nel 2003 presta il suo volto alla determinata giornalista irlandese Veronica Guerin nel biografico Veronica Guerin Il prezzo del coraggio.


Leave a Reply

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie