Ray Ban Aviator Shop Online

Ray Ban Aviator Shop Online

The Blues Brothers fece nemmeno 5 milioni di dollari nel primo weekend poi in pochi mesi con 27 milioni di dollari di budget ne raccolse 115 d’incassi in tutto il mondo. Tra l’altro in Europa e in Giappone ebbe quasi più successo e ricavi che negli Stati Uniti. Del film ce n’è un’inguardabile sequel: The Blues Brothers Il mito continua (2000) che finì pure fuori concorso al Festival di Cannes.

appassionato di scacchi, scarabeo e ping pong. Adora praticare il motociclismo, il surfing, il football, il calcio e, naturalmente, l’hockey su ghiaccio. Nel tempo libero, si concede alla lettura e al ballo liscio. Con i sentimenti non va meglio: all finiscono “gli esperimenti, il frequentiamoci ma senza impegno, stiamo insieme ma non vediamoci che poi ho paura. Anzi vediamoci quanto ci pare ma vediamoci in compagnia”: un mondo di codardi con l degli altri. Le fanciulle “che vogliono fare un sacco di cose ma non ne sono in grado” vengono parecchio strapazzate.

Ma entrambe hanno ereditato da lui non soltanto la passione per il lavoro ma anche quel sorriso contagioso che non riusciva a nascondere nemmeno quando indossava praticamente sempre i suoi Ray Ban. Gianni era assetato di vita come tutti gli uomini della sua età che hanno attraversato, piccolissimi, gli anni della guerra e che sono poi cresciuti e andati avanti in quelli del boom economico grazie alle loro intuizioni. Tanto che, con la sua società, negli anni ’80 aveva realizzato anche la piscina per la residenza estiva di papa Wojtyla a Castelgandolfo.

Fra i suoi lavori di questo periodo si ricordano le interpretazioni per pellicole come Y el mundo sigue, di Fernando Fernàn Gòmez (1965), Buenos dias, condesita, di Luis César Amadori (1967), La novicia rebelde di Luis Lucia (1971) e Las Ibéricas F. C. Di Pedro Mas (1971).

Ritorna a recitare per Riccardo Milani ne Il disco del mondo (Piano, solo) (2007) con Kim Rossi Stuart, Jasmine Trinca e Michele Placido. Sempre nel 2007 presta la sua voce all’eroina del film animato Persepolis. Il 2008 segna l’anno del suo ritorno in tv prima partecipando di nuovo in un programma della Dandini (“Parla con me”) e poi con il suo one woman show “Non Perdiamoci di Vista” dove dimostra una volta di più le sue doti di attrice completa.

Khalid Abdalla è di origini egiziane, ma è nato a Glasgow. Si è trasferito a Londra, dove tuttora risiede, all’età di 4 anni, con i genitori, entrambi medici. Prima de Il cacciatore di aquiloni, ha recitato in UNITED 93 di Paul Greengrass, attirandosi le lodi della critica per la sua interpretazione di Ziad Jarrah.


Leave a Reply

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie