Junior Ray Ban Sunglasses Uk

Junior Ray Ban Sunglasses Uk

La sbaloriditiva originalità della sceneggiatura ha modo così di svariare liberamente su un fronte emozionale che poggia su solide basi di caratterizzazione e contestualizzazione. Continui ribaltamenti di fronte ci catapultano attraverso un’esperienza sensoriale, emozionale e intelettuale intensa quanto inattesa. Esplorando inconsapevolmente le pieghe del tempo Donnie si interroga su destino e predestinazione, divino e profano, convivendo con le debolezze di chi è costretto ad indossare “un ridicolo costume da uomo” ma è condannato ad essere qualcosa di più.

DA CINETECA 5 stelleC veramente poco da aggiungere a quanto gi detto negli anni a proposito di questa immensa commedia qual “Fantozzi”, eppure la sua stupefacente attualit fa si che il capolavoro del Villaggio, ancora oggi, a quarant di distanza dall nelle sale cinematografiche, contagi con la sua pessimistica comicit generazioni e generazioni di cinefili o di semplici amanti del genere.Raggiunto (forse) solo dal suo seguito diretto (“Il secondo tragico Fantozzi”), “Fantozzi” non ha proprio nulla da spartire con la successiva e pigra produzione dell serie, presentandosi non come una semplice commedia italiana, bens con LA commedia italiana. Il capolavoro nato dalla brillante collaborazione Salce Villaggio (tristemente quanto inefficacemente emulata poi dalla fallimentare collaborazione con Neri Perenti) mostra senza compromessi la dura realt del tipico “italianetto d tempi”, ossia dell costretto da un lavoro che non lo gratifica, ne lo nobilita in alcun modo (ma che piuttosto lo logora) e che costretto ad abbassare il capo dinanzi ai continui atti di “mobbing” (o sfruttamento) dei vezzosi quanto crudeli superiori, e che dunque riversa tutta la sua frustrazione (che poi quella dell “casta” da lui rappresentata) sulla famiglia (in particolare sulla moglie, che mai lo ha amato, bens semplicemente “stimato”).”Fantozzi” pi che una semplice commedia, essa una vera e propria parabola storiografica che riporta su schermo, seppur con tragicomico surrealismo, la vita ordinaria di un uomo reso schiavo, per sua stessa mano, della vita di tutti i giorni.Ad un immenso Paolo Villaggio (nella parte, ovviamente, della sua creatura il ragioniere Ugo Fantozzi) si affianca un grandissimo Gigi Reder (nella parte del ragioniere Filini), il vuoto della cui dipartita giammai verr colmato. Si inaugura cos il duo che riscriver la storia del cinema comico italiano e mondiale.Nulla da eccepire circa l comparto sonoro, a proposito del quale spicca la “Ballata di Fantozzi”, tema di apertura e chiusura del film cantata dal Villaggio stesso.In conclusione, “Fantozzi” un film senza tempo, la cui brillante e acuta comicit difficilmente, al giorno d risulta possibile ritrovare in una qualsivoglia commedia, genere ormai cos crudelmente inflazionato.Diretto da LUCIANO SALCE.


Leave a Reply

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie